Il risultato finale dei lavori del Convegno nazionale del Movimento “Prima l’Italia” che si è svolto ad Orvieto dal 24 al 26 ottobre 2014.

Il “Manifesto della rivoluzione italiana contro la crisi e il declino” è fatto di proposte concrete per dare una nuova speranza al popolo italiano e una bandiera a tutti coloro che non si ritrovano nella propaganda di Matteo Renzi.

La stampa ha definito questo documento il “manifesto del lepenismo italiano” e in effetti tutto l’impianto è ispirato ad una sfida della gente comune, del Popolo, contro i salotti buoni del “politicamente corretto”. Del “basso” contro l’ “alto”, come dice Marine Le Pen, perché solo liberandoci dall’ipocrisia sociale della cultura dominante, possiamo uscire dalla crisi politica e morale in cui versa la nostra Italia.

Vi preghiamo di dare massima diffusione a questo lavoro e di farci arrivare tutti i suggerimenti e le critiche che riuscirete a raccogliere.

E’ tempo di lanciare parole chiare e forti per far emergere il nostro “Partito della Nazione” che certo non può essere quello di Matteo Renzi, perché appartiene alla tradizione politica della destra italiana, rappresentata da Fratelli d’Italia – Alleanza nazionale, e alla battaglia di un centrodestra che sarà sempre e comunque alternativo alla sinistra.

Per scaricare il manifesto clicca qui.

#LITALIACHEVUOLEDIFENDERSI

18 settembre 2014

DIECI PROPOSTE SU IMMIGRAZIONE E SICUREZZA.

SOLIDARIETA’ ALLE FORZE DELL’ORDINE

Il governo Renzi continua a far finta che il problema dell’immigrazione clandestina non esista, anzi esulta all’annuncio di Frontex Plus, non spiegando ai cittadini che l’agenzia europea offrirà all’Italia un extra contributo che aumenterà solo gli sbarchi di clandestini sulle nostre coste, senza farsi carico dello smistamento di queste persone negli altri stati membro dell’Ue. Gli italiani sono stufi, voglio tornare titolari del diritto ad essere difesi e a vedere tutelata la sicurezza urbana delle proprie città.

Alemanno sicurezza

> Leggi tutto